Copy
Newsletter di Lucia De Robertis
View this email in your browser
 
Care amiche e cari amici,
ci ritroviamo con questa newsletter con il cuore pesante per la tragedia di Amatrice, Accumoli, Pescara del Tronto e di tutti gli altri piccoli centri devastati dal sisma del 24 agosto. 295 vite spezzate, centinaia di feriti, migliaia gli sfollati. Vittime della natura, ma anche dell’uomo, come ha detto senza remora alcuna il Vescovo di Rieti. È il momento del soccorso, dove l’organizzazione della protezione civile sta dimostrando l’efficacia che tutti vogliamo (eccezionali i vigli del fuoco, come sempre. Straordinari i volontari). È il momento della compartecipazione, sincera, al dolore di quelle comunità. È il momento della prima solidarietà (che dovrà continuare, nel tempo). è anche il momento, opportuno, delle indagini sulle eventuali responsabilità di chi ha costruito in vizio di legge, di chi ha truffato usando materiali scadenti, di chi ha certificato cose false. E i primi rilievi, purtroppo, questo stanno confermando.
Siamo un Paese sismico, ce lo diciamo ogni volta che ci troviamo a fare i conti con nuovi morti e ingenti devastazioni. Come ci diciamo che dovremmo prevenire anziché ricostruire. Poi scopriamo che le risorse stanziate per interventi di messa in sicurezza sono bloccate dal patto di stabilità (davvero, in questi casi, un ‘patto di stupidità’), o, peggio, non vengono utilizzate per inadempienze o ritardi della burocrazia. E che la mappe di valutazione del rischio sismico parlano linguaggi diversi da regione a regione!
La messa in sicurezza del patrimonio edilizio italiano (anche toscano) non è uno scherzo. Non ci giriamo intorno. C’è un problema innanzitutto di mentalità: concepire gli interventi per rendere sismicamente sicura la propria abitazione come un investimento, non come una spesa. Si sta parlando di obbligatorietà di patente sismica per gli edifici, si può ipotizzare  di collegarvici l’abitabilità stessa degli immobili. Si riparla di detrazioni con procedure semplificate. Il dibattito, come dopo ogni tragedia, è vivo e partecipato. Guai , però, se rimane improduttivo. Il problema è grande, la soluzione richiede ingenti risorse e molto tempo. È realistica la proposta del Governo di un piano casa lungo venti anni con un impiego complessivo di risorse pari a 100miliardi di euro. Possibile solo se vengono alleggeriti i vincoli di bilancio vigenti in sede comunitaria. È una sfida non solo del governo Renzi, non solo del PD, ma di tutto il Paese. Su questo, davvero,  non sono ammissibili distinzioni politiche. Neanche da Salvini.

Venerdì 9  settembre sarò ad Amatrice con alcuni colleghi del gruppo regionale del PD per una visita alle strutture della protezione civile regionale là impegnata già dalle prime ore dopo il sisma. Un sopralluogo per capire le necessità che operatori e volontari dalla Toscana possono avere per meglio svolgere la loro eccezionale opera di soccorso. Martedì 13 settembre, poi, al terremoto sarà dedicata la prima seduta consiliare dopo la pausa estiva, con una comunicazione della Giunta regionale e l’approvazione di un primo intervento di solidarietà a carico del bilancio regionale per sostenere interventi condivisi con gli enti locali colpiti e il Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Un parte di queste risorse sarà finanziata dai prelievi che da un paio d’anni il Consiglio regionale sta facendo sui vitalizi in erogazione agli ex consiglieri.
Qui, infine, il punto sugli interventi della Regione Toscana per la sicurezza sismica.

 
 
DAL CONSIGLIO

Arezzo e Cortona eccellenze etrusche

Il primo appuntamento delle celebrazioni etrusche è slittato al 2 settembre, per osservare il lutto nazionale decretato a seguito del devastante terremoto che ha colpito il Centro Italia. Venerdì scorso nella Sala Gonfalone del Consiglio regionale si è svolta la cerimonia di consegna delle pergamene alle otto città simbolo della presenza etrusca in Toscana. Tra queste eccellenze ho avuto il piacere di premiare Arezzo e Cortona . Questo riconoscimento è l’attestazione della loro continuità storica, che contribuisce a mantenere vive le nostre radici più profonde.
La Giornata degli etruschi sarà celebrata ogni anno il 27 di agosto e sarà motore di iniziative e promozione in tanti comuni della nostra regione. Per questa iniziativa l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, ha stanziato 40mila euro. Molti i comuni anche della nostra provincia che hanno partecipato con successo a questo primo bando. Dal prossimo anno intendiamo implementare il contributo perché la Giornata degli Etruschi divenga un punto di riferimento per tutta la Toscana
 
Violenza di genere: la Regione sostenga occupazione donne

E’ passata con voto unanime dell'aula una mozione presentata dal gruppo del Partito democratico, di cui sono firmataria, per interventi a sostegno dell'inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza e di violenza domestica. Il testo impegna la Giunta regionale ad attivare, "specifiche misure di sostegno all'occupazione delle donne vittime , inserite in percorsi di sostegno nell'ambito della rete regionale dei centri anti violenza"; ad agevolarne "la necessaria indipendenza economica e il recupero di una dimensione sociale". La mozione approvata chiede che una parte dei 6 milioni di euro di risorse per l’impiego delle donne date alla Toscana dal Fondo Sociale Europeo vadano a sostenere l’occupazione di quelle donne che escono da percorsi di violenza e violenza domestica, e che, se aggregate in cooperative, possano essere loro riconosciute, con un intervento legislativo statale ad hoc, le stesse agevolazioni che, giustamente, vengono date alle cooperative sociali che impiegano soggetti svantaggiati”. (www.luciaderobertis.it )
 
Diversamente abili: aumentano i livelli di integrazione

Via libera all'unanimità, da parte del Consiglio regionale, ad una mozione sull'integrazione lavorativa delle persone disabili. Il testo, emendato, impegna la Giunta a prendere atto della "necessità di attivarsi per aumentare i livelli di integrazione lavorativa delle persone con disabilità. La mozione chiede inoltre di continuare a promuovere e sostenere l'attività delle associazioni toscane che si occupano dell'inserimento lavorativo dei disabili.
  
Province: obiettivo scongiurare il dissesto finanziario

Agire presso le sedi competenti, Parlamento e Governo, per promuovere la riduzione del taglio 2016 alle Province toscane e un alleggerimento dei carichi di finanza pubblica imposti ai territori. Questo in sintesi l'impegno chiesto alla Giunta regionale in seguito ad una mozione votata a maggioranza dal Consiglio nell’ultima seduta di Consiglio. Il testo presentato dal Pd affronta la penalizzazione delle Province avvenuta con la ripartizione dei contributi alla finanza pubblica per il 2016 e il conseguente rischio di default finanziario. Come secondo impegno, si chiede di attivarsi, mediante tutti gli strumenti già previsti a legislazione vigente, ed eventuali altri strumenti finanziari regionali, per scongiurare una situazione di dissesto generalizzato.
 
Economia toscana: sostegno per il rilancio dell’edilizia

Una mozione sullo studio di Bankitalia sulla situazione economica della Toscana nel 2015 è stata approvata, nell’ultima seduta del Consiglio regionale. La mozione, impegna la Giunta toscana a prendere atto della "necessità di impegnarsi a sostenere anche le piccole imprese". Il testo chiede inoltre alla Giunta di attivarsi per "promuovere e sostenere le aziende in ambito di esportazioni, diversificazione della produzione ed apertura dei mercati esteri" ed affinché l'esecutivo regionale si impegni, di concerto con Governo centrale ed Enti locali, a favorire l'occupazione stabile della fascia giovanile. La mozione, impegna la Giunta ad attivarsi per stimolare la ripresa del settore dell'edilizia, tra i più colpiti negli ultimi anni dalla crisi".
 
DALLA REGIONE

SANITA': dalla Regione 10 milioni per il San Donato di Arezzo

Importanti novità per il San Donato di Arezzo. In arrivo quasi 10 milioni di euro di risorse concordate fra Stato e Regione destinate alla ristrutturazione del blocco operatorio e blocco parto ma anche alla realizzazione di un hospice e ad interventi sul centro trasfusionale e la dialisi. Si tratta di risorse per investimenti che vanno a rafforzare la capacità di risposta ai bisogni del cittadino del presidio aretino, garantendo l’ulteriore implementazione della qualità dei servizi a beneficio di tutta l’area vasta. Per le sale operatorie le risorse ammontano complessivamente a 7,36 milioni di euro, mentre per la ristrutturazione di locali destinati a servizio di hospice, per il centro trasfusionale e la dialisi e l’adeguamento della climatizzazione nel reparto chirurgia andranno 2,64 milioni. Queste risorse rappresentano una straordinaria opportunità e dimostrano l’attenzione che la Regione, partendo dalla riforma del sistema, sta dando al bisogno di salute dei cittadini nel territorio. Grazie davvero all’Assessore Saccardi che è riuscita a recuperare per la Toscana complessivamente 70milioni di euro dal monte risorse per gli investimenti in sanità. I soggetti beneficiari dei contributi hanno diciotto mesi di tempo per presentare la richiesta di finanziamento.
 
CACCIA: Via libera alla regolamentazione della caccia in mobilità

Nella seduta del 30 agosto la Giunta regionale, oltre a dare il via e disciplinare l’apertura anticipata della stagione venatoria 2016/2017 per i giorni 1 e 4 settembre, ha approvato (delibera n. 842) le disposizioni per l’esercizio della mobilità venatoria e la disciplina dell’accesso agli ambiti territoriali di caccia della Toscana. La normativa regionale sulla caccia prevede che ogni cacciatore toscano possa acquistare presso l’ATC un pacchetto di cinque giornate utilizzabile a partire dal 1° ottobre per la caccia vagante alla selvaggina migratoria e stanziale, esclusi gli ungulati. Inoltre essa consente ai cacciatori residenti fuori Regione l'accesso giornaliero in mobilità sul territorio toscano per la caccia alla migratoria da appostamento o per la caccia agli ungulati, utilizzando il sistema regionale di prenotazione venatoria, previo pagamento di una somma. La delibera stabilisce in 15 euro il costo del pacchetto delle cinque giornate, in 150 euro all’anno quello per l’accesso alla caccia in mobilità da altre regioni. Qui tutte le informazioni inerenti l’esercizio venatorio in mobilità in Toscana.
 
FORMAZIONE PROFESSIONALE: approvati gli indirizzi per la formazione degli istallatori e dei manutentori di impianti energetici

Approvati dalla Giunta regionale con la delibera 781 del 1° agosto scorso gli Indirizzi per la realizzazione dei percorsi di formazione per l'attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (caldaie, caminetti e stufe a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici, di sistemi geotermici a bassa entalpia e di pompe di calore), previsti dal Decreto legislativo 3 marzo 2011 n. 28. Gli indirizzi definiscono le modalità di realizzazione dei corsi finalizzati al conseguimento dell’attestato di qualificazione professionale di “Installatore e manutentore straordinario di tecnologie energetiche alimentate da fonti rinnovabili”. È compito infatti delle Regioni a definire il programma di formazione per gli installatori di impianti alimentati da  fonti rinnovabili, potendo riconoscere ai partecipanti ai corsi crediti formativi per i periodi di prestazione lavorativa e di collaborazione tecnica svolti presso imprese del settore. Qui il testo completo degli indirizzi.
 
USO DELLE ACQUE PUBBLICHE: ecco i canoni per il demanio idrico

Con la delibera n.813 la Giunta regionale ha determinato i canoni per l'uso del demanio idrico per il 2016, così come previsto dalla legge regionale 80 del 2015 in materia di difesa del suolo e dal relativo regolamento attuativo, approvato anche esso il 1° agosto (DGRT n. 812). L’atto determina l’ammontare del canone per l’utilizzo delle risorse del demanio idrico (suddiviso per tipologia di utilizzo), le modalità di pagamento e riscossione, la determinazione degli oneri istruttori dovuti alla Regione per il rilascio delle concessioni. Ad essere interessate dal provvedimento sono le concessioni rilasciate per il 2016 sia dalla Regione, dopo il 1° gennaio, che dalle Province nel corso del 2015. Qui l’atto completo.
 
GOVERNO TERRITORIO: regolamento per la qualità del territorio rurale

Approvato in via definitiva dalla Giunta regionale (Delibera n.817 del 05-08-2016) il: Regolamento di attuazione dell'art. 84 della LR 65/2014 (Norme per il governo del territorio ) contenente disposizioni per la qualità del territorio rurale. Il regolamento , fra le altre cose, detta le disposizioni per l’installazione di manufatti aziendali e di serre, sia temporanei che permanenti, indica le superfici fondiarie minime rispetto alle quali sono consentiti interventi edificatori, dettaglia i contenuti dello strumento del programma pluriennale aziendale di miglioramento agricolo e ambientale, indica le modalità per l’utilizzo di immobili industriali o commerciali per lo svolgimento dell’attività agricola, nel rispetto dell’innovazione introdotta con la recente legge regionale 43/2016. Qui il testo del regolamento.
 
AMBIENTE: approvate le modalità per il soccorso alla fauna selvatica

Con la Delibera N 810 del 1° agosto la Giunta regionale ha approvato le modalità di gestione del sevizio di soccorso della fauna selvatica in difficoltà e i relativi indirizzi operativi. Per il biennio 2017/2018 le funzioni esercitate fino alla riforma dalle Province saranno poste in capo alle aziende sanitarie locali (che potranno rispondere di risorse dedicate pari complessivamente a 760mila euro) chiamate a progettare e coordinare le procedure di affidamento a privati del servizio di soccorso e recupero della fauna selvatica vittima di incidenti o in altre situazioni di difficoltà. Alle stesse aziende Usl il compito di vigilare sul corretto svolgimento del servizio di soccorso, che dovrà peraltro valutare la congruità dell’intervento. Nel caso infatti di specie per le quali è previsto il prelievo di selezione, come cinghiali o altre popolazioni in sovrannumero, il soccorso dovrà tradursi in azioni di soppressione non cruenta. Qui il testo della delibera.

 
DAL TERRITORIO

Giostra della Misericordia e Solidarietà

Solidarietà. È questo l’appello che ho lanciato in occasione della Giostra del Saracino dedicata al giubileo della Misericordia del 27 agosto. Tramite la stampa ho proposto che tutte le autorità ospiti in tribuna d’onore, devolvessero il corrispettivo del proprio biglietto a favore delle popolazioni terremotate. Mi fa piacere che il mio appello sia stato accolto e condiviso. E’ un piccolo gesto che si somma ad altre forme di solidarietà, ma che credo abbia contribuito a dare un significato diverso a questa edizione straordinaria della Giostra (per approfondimenti sulle modalità  di versamento:  www.luciaderobertis.it ).
 
La Mostra sulla scrittura degli Etruschi

Domenica 28 agosto sono stata insieme al Presidente del Consiglio Eugenio Giani a Cortona in visita alla mostra “Gli Etruschi Maestri di scrittura” allestita al MAEC. Un’esposizione di grande interesse culturale e scientifico, che ha riscosso un ottimo successo di pubblico. Una mostra che ha inteso fare luce sul progredire degli studi sulla scrittura di quel popolo. Ed in questo campo Cortona è certamente all’avanguardia, grazie all’impegno del Comune e dell’Accademia Etrusca.

Un'amatriciana per Amatrice

La solidarietà verso le popolazioni terremotate è stata l’elemento di coesione per la riuscita della cena “Un’amatriciana per Amatrice” che l’Amministrazione comunale di Cortona, insieme alle associazioni del volontariato, è riuscita ad organizzare a tempo di record la sera di martedì 30 agosto. Un’iniziativa alla quale sono stata veramente orgogliosa di partecipare. 1.111 persone presenti e 12.535 euro il ricavato destinato ai terremotati sono il risultato di questo grande lavoro di squadra .

Progetto Social Point

Il 3 settembre sono stata a Montevarchi in rappresentanza dell’Assessore alla Salute Stefania Saccardi all’inaugurazione del Social Point-The net, un punto di informazione, formazione, orientamento e tutoraggio per i cittadini, le associazioni, i servizi, le scuole.. Questo progetto sperimentale della Zona Valdarno dell'Area Vasta Sud Est e della Conferenza Zonale dei Sindaci è stato realizzato grazie ad uno specifico finanziamento della Regione Toscana e nasce dal Patto territoriale per la salute mentale.
 
Il gioiello in vetrina

Una nuova iniziativa ha preso il via il 3 settembre nel quadro degli eventi collaterali alla Fiera Antiquaria di Arezzo. “Gioiello in vetrina” è il titolo della mostra ospitata nel chiostro della biblioteca comunale, organizzata da Confcommercio e Federpreziosi, che ha presentato il meglio della produzione di settore del territorio aretino.

#BastaunSI'

Proseguono le iniziative per far conoscere i contenuti della riforma costituzionale e illustrare le ragioni del Si. Martedì 30 agosto ho partecipato, insieme al professor Massimo Rubechi, ad un dibattito nel quadro delle iniziative della festa del PD di Bucine e lunedì 5 settembre sono stata alla costituzione del comitato donne per il SI, iniziativa alla quale era presente la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli. ( www.luciaderobertis.it )
 
 

IL MIO SITO:

WWW.LUCIADEROBERTIS.IT

Copyright ©  2016 LuciaDeRobertis.it, All rights reserved.

Il mio indirizzo mail è:
info@luciaderobertis.it 

Vuoi cambiare le tue preferenze o non ricevere più la newsletter?
Puoi cambiare le tue preferenzecancellarti






This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Lucia De Robertis · Via Cavour 2/4 · Consiglio Regionale della Toscana · Firenze, IA 50122 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp