Copy
  Scuola di Alta Formazione

  Educare
  all'Incontro
  e alla Solidarietà
"Non si può cambiare il mondo
se non si cambia l'educazione"


Papa Francesco
SETTEMBRE TEMPO DI FORMAZIONE


Settembre si presenta per EIS  come un mese particolarmente impegnativo, denso di appuntamenti in tante regioni italiane. Incontri, seminari, Summer School, percorsi di ricerca/ azione …

L'approccio pedagogico del Service Learning si sta diffondendo come un virus benefico, regalando una nuova prospettiva all' innovazione didattica. Gli insegnanti e i dirigenti scolastici che lo scoprono vi vedono una grande risorsa per rinnovare il curricolo e desiderano approfondire tale prospettiva perché intuiscono quanto un buon progetto di apprendimento-servizio possa risultare significativo per gli alunni, ma anche per la comunità sociale nella quale la scuola è collocata.

I docenti che sperimentano questo approccio e ne  constatano la potenzialità formativa, sentono rinascere la  motivazione all'insegnamento, riscoprendone il valore educativo e sociale; i dirigenti scolastici, interessati a costruire un ponte solido tra scuola e comunità locale, vedono nel Service Learning una formidabile risorsa.

La scoperta del Service Learning, l’intuizione delle sue grandi potenzialità educative e didattiche, porta frequentemente chi ne viene in contatto a desiderare di approfondire questo modello e quindi a chiedere formazione.

La formazione rappresenta una risorsa formidabile per lo sviluppo delle competenze professionali. Senza entrare nel dibattito che oppone chi vede nella formazione un obbligo al quale tutti i docenti devono sottostare, o piuttosto un diritto cha va assicurato a chi richiede di esercitarlo, osserviamo che l'investimento sulla formazione molto spesso lo fanno quelli che possiamo considerare insegnanti preparati, bravi, quelli che -qualcuno ritiene- potrebbero perfino farne a meno, non ne avrebbero un gran bisogno.

Perché questo accade? Il motivo è molto semplice. Chi è veramente competente non riesce a sottrarsi al tarlo d'insoddisfazione che tutte le persone veramente competenti sperimentano. La competenza è nutrita di passione, e chi è appassionato non può accontentarsi del livello raggiunto, sente il desiderio di perfezionarsi ancora di più. La competenza si nutre del piacere del miglioramento, dell'irrequietezza della ricerca, ed anche dell'umiltà di chi non si considera 'arrivato', ma si sente in continuo apprendimento.

Con EIS abbiamo continuamente l'occasione di sperimentare questo dato di fatto. Agli incontri che proponiamo, ai percorsi formativi che abbiamo modo di avviare nei più diversi contesti territoriali e professionali, con insegnanti,  dirigenti scolastici ed educatori di ogni ordine e grado di scuola, noi abbiamo questa fortuna: lavoriamo con persone felici di farlo, professionisti che non guardano l'orologio contando i minuti che mancano alla libera uscita.

 

                                                                                                                  Il Direttore

                                                                                                                 Prof. Italo Fiorin
OLTRE L’AULA. La proposta pedagogica del Service Learning.
Uno strumento prezioso per chi desidera saperne di più, perché vuole sperimentare.

 
 
E’ di recente pubblicazione il libro “Oltre l’aula, la pedagogia del Service Learning”, edito da Mondadori, a cura di Italo Fiorin, direttore di EIS. Il volume nasce da una attività di ricerca riguardante l’approccio pedagogico del Service Learning (o Apprendimento Servizio), strategia molto diffusa a livello internazionale, specie negli Stati Uniti e nell’America Latina, che ora sta prendendo piede anche in Europa, ma che è scarsamente conosciuta in Italia. La proposta pedagogica del Service Learning sembra particolarmente interessante sotto il profilo formativo, per la sua capacità di collegare l’apprendimento scolastico alla vita reale, favorendo lo sviluppo delle competenze che la scuola e l’università richiedono e, al tempo stesso, indirizzandole verso interventi socialmente significativi, sviluppando così responsabilità sociale.  Il testo è introdotto da una duplice presentazione. Nieves Tapia, responsabile di Clayss, grande rete latino americana dedicata all’Apprendimento Servizio, illustra la cornice internazionale nella quale  si inserisce il Service Learning; Luigi Berlinguer, già ministro dell’Istruzione italiano e oggi autorevole figura di riferimento nel campo dell’istruzione e dell’educazione, segnala l’importanza dell’educazione alla cittadinanza attiva per la costruzione di un nuovo umanesimo. Il testo è diviso in due parti principali. Nella prima viene delineato lo scenario culturale e pedagogico che è fondamento del Service Learning, mentre la seconda parte fornisce le linee progettuali e metodologiche della proposta e numerose esemplificazioni di esperienze realizzate nei diversi contesti dell’apprendimento scolastico e accademico italiano, dalla scuola dell’infanzia all’università. La post fazione è affidata a Roser Battle, di Barcellona, che illustra la realtà del Service Learning in Spagna, il Paese che oggi è punto di riferimento per lo sviluppo del service Learning in Europa. Chiude il volume una sezione antologica che consente di approfondire le idee che stanno alla base del Service Learning e di inquadrare tale proposta in un quadro teorico e valoriale coerente.
Il testo si inserisce al cuore del dibattito sulle competenze di cittadinanza, che è centrale oggi anche nel nostro Paese e rappresenta uno strumento veramente utile per conoscere meglio una proposta in grado di rispondere al bisogno di  sviluppo di competenze di cittadinanza, con un registro che sa alternare la dimensione teorica e riflessiva a quella pratica ed esperienziale. Pur senza sottovalutare la consistenza teorica del testo, “Oltre l’aula” può essere considerato come un manuale prezioso per chi, insegnante o dirigente, desideri non solo conoscere il service Learning, ma metterlo in pratica.
I. Fiorin (a cura), Oltre l’aula. La proposta pedagogica del Service Learning, Mondadori, Milano 2016.
 

AL VIA LA PRIMA SUMMER SCHOOL SUL SERVICE LEARNING
 


Dal 23 al 25 settembre si terrà la prima Summer School sul tema del Service Learning, organizzata da EIS in collaborazione con l’USR della Calabria, il MIUR e l’IC  “ Amerigo Vespucci ” di Vibo Marina. La Summer School sarà preceduta dal Primo Seminario nazionale sul Service Learning, al quale interverranno,  tra gli altri,  Rosa De Pasquale, MIUR  Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione, Italo Fiorin, Direttore di EIS e le dirigenti scolastiche Maria Salvia e Concetta Smeriglio, che nell’anno scolastico appena trascorso hanno realizzato i primi progetti di Service Learning locali. Al convegno parteciperanno docenti di oltre venti scuole istituzioni scolastiche interessate a conoscere l’approccio pedagogico del Service Learning e a realizzarlo nelle realtà di appartenenza.
La Summer School proseguirà nei giorni successivi, attraverso un programma serrato, che alternerà momenti di riflessione e apprendimento formale a lavori di gruppo, esercitazioni e progettazione di esperienze. Attraverso questo doppio registro, i partecipanti potranno conoscere i fondamenti pedagogici del Service Learning e provare, già durante la formazione, a progettare attività di apprendimento solidale. L’obiettivo di questo percorso formativo è di diffondere l’apprendimento servizio nella pratica scolastica calabrese, attraverso un percorso di ricerca azione dando vita ad una comunità di docenti che nel tempo possa continuare a realizzare attività didattiche nell’ottica del Service  Learning.
 
 
SEMINARIO INTERNAZIONALE DI CLAYSS
 

Il 25 e 26 agosto si è svolto a Buenos Aires il 19° Seminario Internazionale di "Aprendizaje y Servicio Solidario"  (Apprendimento e servizio solidale) organizzato da CLAYSS (Centro Latino Americano de Aprendizaje y Servicio Solidario)  nella sede della Pontificia Università Cattolica Argentina.
Il Seminario ha proposto numerose attività rivolte a insegnanti, dirigenti, studenti  di tutti gli ordini e grado. Un'attenzione particolare è stata rivolta a Università e organizzazioni sociali.
Con oltre seicento partecipanti, il convegno di CLAYSS ha confermato di essere l’appuntamento più importante e atteso dell’America Latina, per quanto riguarda l’approccio pedagogico del Service Learning.
Hanno partecipato  esperti di diverse nazionalità dell’ America Latina, dall’ Europa dell’Est, Asia e dell’ Africa. Questa dimensione di internazionalità si è respirata sia negli interventi dei relatori, che più in generale tra i partecipanti che hanno condiviso esperienze e buone pratiche.
CLAYSS quest’anno ha anche rinnovato la sua dirigenza con la nomina di un nuovo direttore esecutivo, il Dott. Enrique Ochoa. Lo abbiamo intervistato per fare un bilancio del Seminario 2016.
 
I: Enrique, siamo giunti al XIX seminario internazionale. Quale significato ha per voi?
 
E.O.: Da una parte rappresenta la continuità di una linea di lavoro con le scuole e università argentine, iniziata da un gruppo molto piccolo ma che ha avuto una grande espansione negli ultimi anni e che si rende ogni volta più visibile. Significa inoltre essere sostenuti dalle istituzioni, dal Ministero,  nel caso specifico dell’Argentina, che ha consentito l’inserimento delle pratiche di aprendizaje servicio nella politica scolastica.
Molto importante per noi è riuscire a rinnovare ogni anno questo appuntamento, arricchendolo di esperienze, riflessioni e progetti di caratura internazionale.
 
I: Quali le novità e quali le conferme di questo appuntamento?
 
E.O.: Il laboratorio di primo livello, relativo alle tappe iniziali di un progetto di Apprendimento Servizio  è il nostro perno e puntualmente partecipano centinaia di insegnanti, circa un sesto del totale.
Molto successo hanno sempre i seminari specifici relativi ai vari ordini e gradi di scuola, nei quali le attenzioni pedagogiche sono focalizzate per età degli studenti.
Tra le novità riportiamo un seminario relativo alle politiche pubbliche che è stato molto coinvolgente e partecipato, poiché tra i partecipanti e relatori  quest’anno abbiamo avuto rappresentanti delle politiche pubbliche di Uruguay, Brasile, Colombia e Argentina.

I: Qual è la sfida di CLAYSS per il 2017?
 
E.O.: La continuità nella crescita dell’apprendimento servizio in alcuni paesi come per esempio in Uruguay, ma anche consolidare le reti nazionali, infatti stiamo iniziando un progetto di educazione per la pace in Colombia; proseguendo risulta una priorità anche quella di  dare sostegno alla rete iberoamericana di Aprendizaje Servicio, così come è forte la volontà di rafforzare il vincolo con “Scholas Occurrentes” la rete ideata da Papa Francesco, che intende portare avanti una pedagogia dell’incontro.
 
 
I: Come vedi il  partenariato CLAYSS/EIS LUMSA, e in generale lo sviluppo del Service Learning in Europa?
 
E.O: Per noi è una sfida importante quelle di far conoscere la pedagogia dell’Aprendizaje Servicio in posti dove non è molto conosciuto e in quel senso trovare alleanze strategiche come può essere la LUMSA è molto importante, soprattutto perché non è così facile per un’organizzazione argentina entrare in contatto con culture che non hanno la tradizione di ricevere insegnanti argentini o latinoamericani.
Consideriamo dunque una sfida chiave quella di creare alleanze strategiche che ci consentano di promuovere l’approccio pedagogico del Service Learning.
 
AGENDA EIS
3/9/2016 - ZELARINO (VE) - Convegno della FISM di Venezia sul  Service Learning: "Oltre l'aula, l'approccio pedagogico del Service Learning".
5/9/2016 - BASSANO DEL GRAPPA (VI) - Seminario di studio "Il Service Learning"
Info: seminariodistudibassano@gmail.com - Locandina completa
6-7/9/2016 - ROMA - Corso di formazione per docenti organizzato dall'AGIDAE sull'approccio pedagogico del Service Learning.
9/9/2016 - SENIGALLIA (AN) - Intervento e laboratorio didattico nell'ambito del Seminario internazionale "Educare alla cittadinanza mondiale" - Vai al sito
17/9/2016 - ABANO TERME (PD) - Nuova giornata di formazione nell'ambito del corso per coordinatrici della Scuola dell'Infanzia - Organizzato con FISM di Padova.
23/9/2016 - CAPO VATICANO (VV) - Primo seminario nazionale sul Service learning, organizzato con MIUR e USR Calabria.
24-25/9/2016 - CAPO VATICANO (VV) - Summer School per docenti sull'approccio pedagogico del service learning.
Condividi
Tweeta
Invia a un amico

Scuola di Alta Formazione EIS - Via della Traspontina n. 10 – 00193 Roma

Direzione - Prof. Italo Fiorin
eis.direttore@lumsa.it
(+39) 06-68.422.366

Segreteria - Dott.ssa Chiara De Marchis
eis.segreteria@lumsa.it
(+39) 06-68.805.372 / 4
22.305







This email was sent to <<Email Address>>
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Scuola di Alta Formazione - EIS · Via traspontina, 10 · Rome, Rm 00193 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp