Copy
#StopBiocidio

 Guerra dei Fuochi

COSA STA SUCCEDENDO IN CAMPANIA?


Da settimane la Campania brucia senza sosta. Non brucia solo il Vesuvio, le cui immagini fanno il giro del mondo. L'intera Regione è sotto la morsa del fuoco senza che si riesca a fermare il disastro. Sono andate a fuoco montagne, riserve naturali, parchi nazionali, strade e quartieri. I cittadini campani, tutti i comitati della rete Stop Biocidio, sono convinti che non si tratti semplicemente della piromania diffusa con cui facciamo i conti ogni estate: gli incendi sistematici, la pervasività del fuoco sono troppo diffusi perché non siano frutto di un disegno criminale architettato e che mira allo scopo di mettere in ginocchio una regione per ricattare qualcuno. 
Come A Sud stiamo seguendo da vicino, da dentro, questa battaglia, come ogni volta che la Rete Stop Biocidio ha avuto bisogno di tutto il sostegno possibile, e vogliamo raccontare questa storia a tutti quelli che vorranno ascoltarla, andando oltre il muro di silenzio mediatico che sta oscurando quella che è una tragedia nazionale.

COSA STA SUCCEDENDO
Il racconto delle ultime settimane in Campania attraverso i servizi dei giornalisti del territorio.
LE CONSEGUENZE SULLA SALUTE
#StopBiocidio
LA PIATTAFORMA STOP BIOCIDIO
ECOTERRORISMO, STATO E CAMORRE.
LE MOBILITAZIONI
14 luglio 2017: La nostra terra brucia: Mobilitiamoci! Presidio Stop Biocidio
19 luglio 2017: La nostra terra brucia ancora: assemblea pubblica #StopBiocidio
Il 27 luglio un presidio spontaneo dei cittadini parte in corteo e arriva presso la sede della Regione Campania, "assediandola" con centinaia di torce rosse per sottolineare l'urgenza del problema, la distanza delle istituzioni e la volontà di portare il problema presso i palazzi del potere.
Nel frattempo e ancora oggi, ogni giorno, in moltissime città di tutte le province, si susseguono decine di assemblee, manifestazioni, blocchi stradali e mobilitazioni varie.
Per saperne di più segui #StopBiocidio